Più vitamina D in gravidanza riduce il rischio di allergie

Pubblicato il 19 febbraio 2016 | Categoria: Dieta in gravidanza, Diete, Featured

La Icahn School of Medicine at Mount Sinai di New York ha effettuato uno studio dal quale emerge che, nutrirsi di alimenti ricchi di vitamina D in gravidanza, diminuisce il rischio di allergie nei bambini durante i primi anni di età.

Lo studio della Icahn School

Lo studio, pubblicato sul Journal of Allergy and Clinical Immunology, è stato diretto dalla dottoressa Supinda Bunyavanich ed è stato effettuato su 1248 madri e i loro bambini dal terzo mese di gravidanza al settimo anno di età.

La vitamina D è fondamentale nel proteggere e rinforzare le ossa e il sistema immunitario e contribuisce all’assorbimento del calcio e al mantenimento dei livelli di fosforo nel sangue.

Alimenti ricchi di vitamina D

Tra i principali alimenti che contengono vitamina D ricordiamo:

  • pesce: sgombro, salmone, pesce spada, tonno, sardine, sogliola, trota;
  • latte, burro e formaggi grassi: consumati saltuariamente, apportano la giusta quantità di vitamina D all’organismo;
  • funghi: sono gli unici vegetali che costituiscono una fonte naturale di vitamina D;
  • uova: sono molto ricche anche di vitamine A, B6 e B12 oltre che di calcio, fosforo, potassio e ferro.

La Dottoressa Bunyavanich ritiene che questo studio possa influenzare la consulenza nutrizionale delle donne in gravidanza, affinché includano più alimenti ricchi di vitamina D nella loro dieta.