Chiodi di garofano? Ricchi di manganese, ottimi per l’osteoporosi

Pubblicato il 18 aprile 2018 | Categoria: Cosa mangiare per prevenire l'insorgere delle malattie, Curiosità culinarie, Diete, Featured

I benefici dei chiodi di garofano

Il problema della bassa densità ossea interessa la grande maggioranza delle persone in età avanzata. Questo scompenso porta spesso allo sviluppo dell’osteoporosi, un disturbo che aumenta il rischio di fratture e rottura delle ossa.

I chiodi di garofano, ampiamente utilizzati in cucina non solo conferiscono un sapore particolare ai piatti ma, secondo numerosi studi, aiutano anche a preservare la densità ossea, grazie all’alto contenuto di manganese, un minerale coinvolto nella formazione e nella salute delle ossa.

Scopriamo perché il manganese è importante per la salute in generale e quali sono le proprietà dei chiodi di garofano.

Il manganese, alleato della salute delle ossa (e non solo)

Il manganese è un minerale essenziale per il corretto funzionamento dell’organismo, anche se assunto in piccole quantità. Secondo alcuni studi portati avanti dalla University of Maryland Medical School, è presente in ossa, fegato, reni e pancreas.

Questa presenza svolge una funzione importantissima per la formazione delle ossa, dei tessuti connettivi, nei fattori di coagulazione del sangue e per gli ormoni sessuali. Inoltre, il manganese è coinvolto nel metabolismo di grassi e carboidrati, così come nell’assorbimento del calcio e nella regolazione degli zuccheri. Infine, il manganese è fondamentale per le funzioni cerebrali e nervose.

Per tutte queste ragioni, il manganese può essere utile nel trattamento di:

  • Osteoporosi
  • Artriti
  • Sindrome premestruale
  • Diabete
  • Epilessia

Al contrario, sempre secondo le stesse ricerche, una carenza di manganese può causare diversi disturbi, come:

  • Infertilità
  • Malformazione ossea
  • Debolezza
  • Convulsioni

Nonostante questo minerale sia essenziale per la salute delle ossa, è bene sottolineare che – purtroppo! – non tutti seguono una dieta equilibrata che permetta un apporto delle giuste quantità di vitamine e minerali, manganese compreso.

Per esempio, la maggior parte della popolazione non raggiunge l’assunzione gli adeguati livelli di manganese, nonostante sia necessario per il corretto funzionamento in pochissime quantità.

Per questo, è bene ricordare che il manganese è contenuto in:

  • Noccioline
  • Semi
  • Cereali integrali
  • Legumi
  • Ananas

Tuttavia, le più alte concentrazioni di manganese sono presenti proprio nei chiodi di garofano. Infatti, sono talmente ricchi di manganese, al punto tale che solo due grammi (praticamente un cucchiaino da cucina!) forniscono il 30% della dose giornaliera raccomandata.

I benefici dei chiodi di garofano

I chiodi di garofano sono una spezia molto versatile. Infatti, si possono utilizzare sia per cucinare pietanze dolci sia salate, in particolar modo in aggiunta alla marinatura della carne. Gli amanti dei sapori esotici, sapranno bene che i chiodi di garofano sono una delle spezie più utilizzate nella cucina indiana.

Oltre al loro gusto aromatico e a tratti molto dolce, i chiodi di garofano sono noti per le loro potenti proprietà medicinali. Studi clinici hanno dimostrato che i composti nei chiodi di garofano possono avere numerosi benefici per il nostro organismo: oltre a garantire la salute delle ossa, possono anche favorire il benessere del fegato, stabilizzando al contempo i corretti livelli di zuccheri nel sangue.

I chiodi di garofano sono inoltre ricchi di vitamina K e vitamina C, ma hanno anche percentuali molto alte di manganese, circa il 30% della dose giornaliera raccomandata. Come abbiamo visto, secondo i primi studi effettuati, un consumo costante di chiodi di garofano permetterebbe infatti di aumentare la densità minerale delle ossa e di favorirne la crescita.

I benefici dei chiodi di garofano non finiscono qui. Gli amanti del loro aroma, saranno infatti ben contenti di sapere, che queste spezie sono:

  • Ricche di antiossidante, che riducono lo stress ossidativo prevenendo la formazione di masse tumorali;
  • Antibatteriche, grazie alla proprietà antimicrobica che inibisce la crescita batterica nell’organismo;
  • Epatoprotettive, riducendo l’infiammazione e lo stress ossidativo e migliorando i segni della cirrosi epatica;
  • Regolatrici degli zuccheri nel sangue, specie nei soggetti diabetici,
  • Protettrici dello stomaco, implementando la produzione della mucosa gastrica e proteggendo lo stomaco dalla formazione delle ulcere.

Infine, sebbene siano essenziali per la salute, esistono delle controindicazioni nei chiodi di garofano. Il loro utilizzo è sconsigliato in gravidanza, specie nelle ultime settimane. Inoltre, non devono essere consumati in caso di ulcera o di ipersensibilità ai loro componenti. Si consiglia di prestare particolare attenzione anche all’uso che si fa dell’olio essenziale di chiodi di garofano, perché in alti dosaggi è tossico per il fegato e le mucose. Per il resto, via libera a questa spezia dal sapore orientale!

  • Carmen Panceri

    Volevo sapere la quantità quotidiana dei chiodi di garofano e se và assunto a stomaco pieno o in qualsiasi momento della giornata. Grazie.