Dimenticate l’avocado: i supercibi del 2018 sono altri

Pubblicato il 15 febbraio 2018 | Categoria: Curiosità culinarie, Featured

supercibi 2018: ecco quali sono

Ormai è da diversi anni che sta prendendo piede la tendenza a prediligere alimenti considerati veri e propri superfood, con benefici molto elevati rispetto a tanti altri alimenti.

Insomma, i supercibi sono al tempo stesso alimento e medicina: le loro caratteristiche appartengono a entrambe le categorie. Sono cibi potenti, superconcentrati e ricchi delle più importanti sostanze nutritive.

E il rapporto tra costo e benefici è molto più favorevole rispetto ai nostri alimenti abituali. Ecco perché negli ultimi tempi, si è visto un susseguirsi di alimenti considerati un “must” in cucina, come avocado, bacche di Goji, alghe, tè verde e via discorrendo. Sembra proprio che il 2018 sia l’anno non di un singolo super-food, ma di un intero gruppo di alimenti: le spezie.

Ecco dunque i superfood che non dovranno mai mancare sulle tavole degli italiani (almeno per tutto il 2018!).

L’anno delle spezie superfood

Dunque, i supercibi hanno davvero degli effetti altamente benefici per l’organismo! Attenzione, però. Per essere considerati tali, devono avere un contenuto vitaminico o amminoacidico molto alto rispetto all’apporto calorico, oppure essere ricchi di antiossidanti, necessari per ridurre al massimo lo stress cellulare, quindi l’invecchiamento e il rischio di patologie tumorali.

Sebbene sia vero che tali alimenti debbano essere considerati importanti per la salute, è fondamentale specificare che non possono sostituirsi ai farmaci e alle terapie prescritte dai medici.

E se i supercibi 2018 sono le spezie, possiamo considerarci fortunati. Il loro consumo è infatti ideale per dare ai piatti quel tocco in più! In Italia si consumano tantissime spezie locali, che danno un gusto tipico alla nostra cucina. Tuttavia, con la globalizzazione e l’utilizzo di Internet per scoprire piatti etnici, si sta diffondendo a macchia d’olio un tipo di “contaminazione” non necessariamente dall’aspetto negativo: il consumo delle spezie esotiche.

Questo consumo è destinato ad aumentare, grazie a numerose ricerche che hanno dimostrato gli effetti benefici delle spezie orientali e non solo.

Dunque, ecco a voi le super spezie da non far mancare mai in cucina sono:

  • Curcuma, considerata una radice dai tantissimi effetti benefici, specie per prevenire le patologie tumorali
  • Cannella, da consumare non solo a tavola ma anche per uso topico
  • Peperoncino, da sempre sulle nostre tavole, ha l’effetto di aumentare il metabolismo e la circolazione
  • Fieno greco, base naturale per molti energizzanti, ricostituenti e stimolanti, efficace a tal punto da essere consigliato in caso di convalescenza e denutrizione;
  • Cumino, ideale per contrastare le patologie dell’apparato digerente, ha inoltre un fortissimo effetto calmante e antistress.

Attenzione, attenzione… la lista non finisce qui!

Altri superfood da non dimenticare (sì, c’è anche l’avocado!)

Tuttavia, il 2018 non è soltanto l’anno delle super-spezie. Infatti, fanno parte degli alimenti ad alto beneficio per la salute alcuni cibi tipicamente italiani e altri provenienti dall’estero. Dunque, approfittiamo dei sapori diversi, sfruttando anche i vari effetti benefici derivanti da tali piatti.

Altri superfood da non dimenticare e da integrare nella dieta mediterranea sono:

  • Quinoa – Perfetta per chi soffre di intolleranza o allergia al glutine, la quinoa è un pseudo-cereale che si presta per tantissime ricette, sia calde, come zuppe di cereali e lenticchie, che fredde, come ad esempio le insalate. Il suo consumo mira a equilibrare proteine e grassi oltre ad essere ricca di aminoacidi essenziali
  • Tofu – Ideale per i vegetariani, è un alimento di origine vegetale ricco di proteine, senza colesterolo. Inoltre, vanta un alto apporto di sali minerali, come calcio, ferro e fosforo e aminoacidi essenziali
  • Riso selvatico – Per dare il giusto apporto di fibre alla propria dieta, è ricco di antiossidanti, minerali e vitamine
  • Zenzero – Dalle note proprietà benefiche, si può utilizzare sia per ricette dolci, come i biscotti, che salate, per esempio insieme al pollo. Tuttavia, il suo consumo è ampiamente diffuso per le tisane, in aggiunta al miele, per liberare le vie respiratorie
  • Cipolla rossa – È ricchissima di flavonoidi dal forte potere antiossidante
  • Patata dolce – Nonostante il nome, ha un indice glicemico più basso delle normali patate ed è ricca di carotenoidi, vitamina C e A, quindi è ideale per rinforzare il sistema immunitario
  • Avocado – Ricco di grassi monoinsaturi, riduce i livelli di colesterolo e previene il diabete, agendo in modo preventivo nei confronti del sistema cardiovascolare
  • Noci – Ricche di omega 3, sono perfette per prevenire patologie cardiache, ma anche neurologiche. Secondo diversi studi, infatti, sarebbe sufficiente consumare tre noci al giorno per ridurre il rischio di Alzheimer
  • Kiwi – Consumare un kiwi al giorno permette di consumare la dose giornaliera raccomandata di potassio, oltre ad essere ricchissimo di vitamina C ed E
  • Semi di zucca – Fonti di triptofano, un precursore della serotonina, permettono di migliorare l’umore e garantiscono un riposo tranquillo

Nonostante molti di questi super-ingredienti non appartengano alla dieta mediterranea, non sono difficili da reperire e nemmeno da cucinare. Dunque, via libera ai piatti a base di super-food, dal sapore esotico e diverso dal solito. Vale davvero la pena provare, almeno per gli effetti benefici sulla salute. Ma, soprattutto, per le vostre papille gustative!