Usi e abusi dell’alcol

Pubblicato il 17 giugno 2016 | Categoria: Cosa mangiare per prevenire l'insorgere delle malattie, Curiosità culinarie, Featured

Le proprietà del vino

Quanto alcol si può bere? È una domanda che ci saremmo posti tantissime volte, e, nonostante la consapevolezza che le bevande alcoliche non siano benefiche, ne viene fatto sempre un grande abuso.

Ma occorre fare una distinzione tra il vino e le altre bevande alcoliche.

Il vino è dannoso come gli altri alcolici?

Molte bevande alcoliche danneggiano l’organismo, soprattutto se assunte in grandi quantità, ma, lo stesso vale per il vino? O esso può, addirittura, avere effetti benefici sulla salute?

Vi sono state molte discussioni riguardanti i rischi e i benefici del vino per l’organismo, ma, allora, cosa è vero e cosa no?

Scopriamolo insieme.

In realtà, una quantità moderata di vino (circa 1-2 unità al giorno) protegge dalle malattie cardiache. Questo è stato dimostrato, però, per gli uomini di età superiore ai 40 anni e le donne in menopausa, ma non vi sono prove del fatto che il vino migliori la salute delle persone più giovani.

Qual è il limite di alcolici che possono essere bevuti?

Secondo la British Heart Foundation, livelli moderati nel consumo degli alcolici, uniti all’esercizio fisico regolare, una dieta sana e assenza di fumo, hanno effetti benefici sulla salute perché evitano il rischio di pressione e colesterolo alti.

Per ridurre i rischi dell’alcol sulla salute:

  • non superare le 14 unità a settimana;
  • il limite delle 14 unità può essere rispettato anche se non si beve tutti i giorni, purché sia suddiviso in almeno 3 giorni a settimana.

I benefici del vino

Come confermano gli studiosi, tra cui il professor Andrew Waterhouse della University of California, il vino, in particolare quello rosso, contiene molti antiossidanti, come la quercetina e il resveratrolo, che aiutano a prevenire malattie cardiache e cancro. In generale, più è scuro il colore del vino, più sono gli antiossidanti contenuti in esso.

Secondo l’associazione inglese Alcohol Concern, in Inghilterra sono circa 9 milioni le persone che bevono più delle dosi raccomandate e, ciò, causa molti danni, tra cui:

  • disturbo del sonno;
  • offuscamento della capacità di giudizio;
  • interazione con eventuali farmaci assunti;
  • inibizione dell’assorbimento di vitamina B e di molti nutrienti;
  • vulnerabilità ai disturbi cardiaci, come ipertensione e ictus;
  • per le donne intorno ai 20 anni, vi può essere una maggiore predisposizione a contrarre, in seguito, osteoporosi;
  • danni al cervello;
  • malattie del fegato;
  • perdita della libido;
  • problemi mestruali;
  • danni muscolari;
  • problemi psichiatrici, tra cui la depressione clinica;
  • aumento del rischio di incidenti.

Nel Regno Unito, l’alcol è stato ritenuto responsabile di circa il 4% dei casi di tumore. Infatti, le persone che bevono circa sei unità di bevande alcoliche al giorno, hanno maggiori probabilità di sviluppare cancro della bocca, della laringe o dell’esofago.

Ma il dottor Morten Grønbæk del National Health Institute danese, sostiene che chi beve vino in dosi moderate, ha minori possibilità di contrarre malattie coronariche e tumori rispetto a chi beve altre bevande alcoliche.

A quanto corrispondono le unità?

Ma quando si parla di unità, cosa si intende esattamente?

Essa corrisponde a circa 12 grammi di etanolo, contenuti in un bicchiere piccolo (125 ml) di vino a media gradazione, in una lattina o bottiglia di birra (330 ml) di media gradazione o in una dose da bar (40 ml) di superalcolico.

Vediamo, ad esempio, quante unità di alcol sono contenute in un bicchiere di vino da 125 ml:

  • 9% volume: 1 unità;
  • 10% volume: 1.25 unità;
  • 11% volume: 1.375 unità;
  • 12% volume: 1.5 unità;
  • 13% volume: 1.625 unità;
  • 14% volume: 1.75 unità.

E voi? Quanto alcol bevete? Rispettate le linee guida o le superate? Fate attenzione ai rischi causati dall’abuso di alcol!