I cibi che aiutano la guarigione delle ferite

Pubblicato il 17 maggio 2016 | Categoria: Cosa mangiare per prevenire l'insorgere delle malattie, Curiosità culinarie, Featured

Ogni ferita presente sul nostro corpo necessita, per guarire, di una serie di eventi biologici che si manifestano a livello delle cellule del sangue, dei mediatori tissutali, delle citochine e dei fattori di crescita, come spiega il dott. Giovanni Scapagnini, del dipartimento di Medicina e scienza per la salute dell’Università del Molise.

Quali cibi mangiare per far guarire le ferite?

Il cibo svolge un ruolo importante nella guarigione delle ferite, perché all’organismo occorre un’accelerazione del metabolismo che, conseguentemente, richiede un aumento del fabbisogno energetico.

A tal proposito, esistono degli alimenti adatti a tale scopo.

Scopriamo insieme quali.

  1. frutti di mare, carne bianca, filetto di maiale, latte, formaggi, uova, soia e fagioli: sono ricchi di proteine, utili a eliminare i tessuti morti e costruirne altri;
  2. frutta (kiwi, agrumi) e verdura (carote, peperoni, zucca); ricche di vitamine, soprattutto A e C, che aiutano a formare il collagene e correggere la funzione immunitaria;
  3. frutta secca, legumi, carne di maiale: ricchi di arginina e glutamina, due amminoacidi che influenzano la funzione immunitaria;
  4. catechine del tè, flavanoli del cacao, idrotissirolo dell’olio d’oliva: sono sostanze che favoriscono la guarigione, anche dopo interventi chirurgici;
  5. curcumina: viene estratta dalla Curcuma lunga, è utilizzata come colorante vegetale e svolge due importanti funzioni. Essa, innanzitutto, attiva la proteina Nrf2, che fa sì che le cellule sopravvivano allo stress, e poi inibisce lo NfkB, un segnale che innesca processi infiammatori e di apoptosi (morte programmata dei tessuti).

I benefici della curcuma

Tra i cibi che favoriscono il processo di guarigione delle ferite abbiamo, quindi, anche la curcumina, estratta dalla curcuma. Quest’ultima, è una spezia proveniente dall’Asia meridionale, sempre più utilizzata nelle nostre ricette e apprezzata per i suoi benefici.

Oltre alla guarigione delle ferite, grazie alle proprietà antisettiche e antinfiammatorie che la rendono un disinfettante naturale, infatti, la curcuma ha numerosi altri benefici.

Vediamoli insieme.

  1. Aiuta a prevenire il cancro: oltre a possedere proprietà antiossidanti, inibisce la riproduzione delle cellule tumorali e blocca la crescita dei vasi sanguigni cancerogeni;
  2. aiuta a prevenire le malattie cardiache: rafforza l’endotelio e riduce i livelli di colesterolo;
  3. previene l’insorgere del diabete di tipo2: moderando i livelli di insulina e glucosio nel sangue;
  4. aiuta a perdere peso: viene inibita la capacità delle cellule adipose di assorbire sostanze nutritive;
  5. migliora la digestione, riducendo gonfiore e flatulenza;
  6. regolarizza le funzioni gastriche, alleviando anche diarrea e stipsi;
  7. ha proprietà antibatteriche e antivirali, utili nella prevenzione di raffreddori e influenze;
  8. aiuta a mantenere il cervello attivo, perché ne rallenta l’invecchiamento delle cellule;
  9. è un ottimo sbiancante per i denti.

Cosa aspettate? Correte a provare la curcuma e tutti gli altri cibi consigliati e vi renderete conto della grande quantità di benefici presenti in essi, a partire da una più veloce guarigione delle ferite.