Alghe Klamath: quali sono le loro proprietà?

Pubblicato il 4 febbraio 2014 | Categoria: Valori nutrizionali, Valori nutrizionali della verdura e della frutta

Le alghe klamath, chiamante anche più semplicemente alghe verdi-azzurre, descrivono un gruppo molto ampio e diversificato di organismi vegetali, che sono facilmente reperibili in mare oppure nei grandi laghi di acqua dolce.

In che modo possono essere utilizzate le alghe klamath?

Il loro utilizzo è collocato principalmente nelle diete per il loro grande apporto di proteine, in particolare le vitamine del gruppo B e il ferro; inoltre vengono spesso utilizzate per la perdita di peso, per il disturbo da deficit di attenzione o iperattività (ADHD), per la  febbre da fieno, per lo stress, per il diabete, per la stanchezza, per l’ansia, per la depressione e, infine, per la sindrome premestruale (PMS). Anche se ha tutti questi utilizzi, non si ha una certezza scientifica sufficiente per determinare l’efficacia.

Alcune persone usano le alghe verdi-azzurre per il trattamento delle escrescenze precancerose situate all’interno della bocca , stimolando il sistema immunitario, inoltre aiutano nel  miglioramento della memoria, aumentano l’energia e il corretto funzionamento del metabolismo, aiutano nel  prevenire le malattie cardiache, aiutano nella guarigione delle ferite, migliorano la digestione e l’intestino e  inoltre nell’abbassamento del colesterolo, aiutano anche nel rafforzamento dei capelli perchè donanno anche lucentezza e li rende più sani.

Dove si possono trovare queste alghe?

Come già detto in precedenza queste alghe si possono trovare nei mari specialmente nelle acque tropicali o subtropicali dove si concentra un alto contenuto di sale, ma alcuni tipi crescono in grandi laghi di acqua dolce. Il colore naturale di queste alghe dona un aspetto di colore verde scuro nelle acque in cui si trovano.

Una delle principali fonti da dove proviene anche il nome è il lago Klamath, in Oregon, dove abbondano e vengono spesso raccolte d’estate nelle cascate Klamath.

Alcuni prodotti di alghe klamath  sono cresciuti in condizioni controllate, altri tipi invece sono cresciuti in condizioni naturali, dove però c’è il rischio che possano essere contaminate da batteri. Bisogna scegliere con attenzione i prodotti, prestando attenzione ai test che vengono effettuati e se sono privi di questi agenti contaminanti.

Queste sostanze contaminanti possono provocare gravi danni per la salute, possono causare danni al fegato, provocare mal di stomaco, nausea, vomito, debolezza, tachicardia, sete, shock ed infine, nei casi molto gravi, anche alla morte. I soggetti più vulnerabili e sensibili a questi danni, sono maggiormente i bambini rispetto agli adulti, per questo bisogna sempre utilizzare prodotti testati e che risultino privi di microcistine e altre contaminazioni

Ci sono delle speciali precauzioni e avvertenze?

Gravidanza e allattamento: su questo aspetto i medici non conoscono molto bene e a fondo l’utilizzo di queste alghe e per questo motivo bisognerebbe, almeno per il momento, evitare l’uso per essere tranquilli.

In presenza di malattie autoimmuni, come ad esempio la sclerosi multipla, il lupus, l’artrite reumatoide, il pemfigo vulgaris.

Le alghe verdi-azzurre potrebbero causare danni al sistema immunitario e questo potrebbe aumentare i sintomi di malattie autoimmuni. Se si è affetti da una di queste condizioni,è meglio evitare l’uso di alghe klamath.

Fenilchetonuria. Una delle specie di queste alghe, dette anche a spirulina, contiene suo interno la fenilalanina chimica  e, questa sostanza, potrebbe peggiorare la  fenilchetonuria. Bisognerebbe evitare questa specie Spirulina di alghe verdi-azzurre se si ha la fenilchetonuria, una malattia molto rara che indica la presenza di alti tassi di fenilpiruvato nelle urine e di fenilalanina nel sangue.

Anche se si soffre di ipertiroidismo è consigliato evitare l’utilizzo di alghe, come ci ricorda la dottoressa Anna Ciampolillo, endocrinologa, che dice di “prestare attenzione a non usare preparati a base di alghe o ad alto contenuto di iodio (sia creme sia pillole).“.

Cosa contengono le alghe klamath?

Queste alghe sono ricche di vitamine biologicamente attive come il beta-carotene e il B-Complex, di enzimi, clorofilla, acidi grassi, precursori neuro-peptidi, lipidi, carboidrati, minerali, oligoelementi, pigmenti e altri fattori di crescita essenziale. Per di più contengono tutti gli otto aminoacidi essenziali e gli aminoacidi semi-essenziali. Inoltre le alghe klamath hanno un alto contenuto di proteine​​, ferro e altri minerali che viene assorbito se assunto per via orale.

Alghe verdi-azzurre sono oggetto di ricerca per i loro potenziali effetti sul sistema immunitario, gonfiore (infiammazione), e le infezioni. Non bisogna comunque dimenticare che queste alghe sono capaci di svolgere una funzione disintossicante poiché arricchiscono di  minerali il vostro corpo, il quale ne ha sempre bisogno per la rigenerazione delle cellule.

In quali quantità si possono assumere queste alghe?

La dose appropriata di alghe klamath dipende da diversi fattori quali: l’età della persona, la salute, e diverse altre condizioni. In questo momento non ci sono dati scientifici sufficienti per stabilire una quantità appropriata di assunzione per le alghe verdi-azzurre.

Bisogna tenere a mente che i prodotti naturali non sono sempre necessariamente sicuri e rispettare dei dosaggi minimi può essere molto importante. Assicurarsi  di seguire le indicazioni rilevanti sulle etichette dei prodotti e consultare il farmacista oppure il medico è di fondamentale importanza.

Comunque esistono dei dosaggi consigliati. Il dosaggio consigliato per gli adulti è 1 grammo se si tratta di alghe in polvere. Il momento migliore per assumere le alghe è la  mattina a stomaco vuoto. Alcune persone preferiscono dividere la dose, una metà al mattino, l’altra metà al pomeriggio. È preferibile e consigliabile non utilizzare le alghe di Klamath la notte. Se assunto secondo le dosi suggerite non si dovrebbe verificare nessun effetto collaterale di nessun genere.

Tuttavia, alcuni disturbi gastrici potrebbero inizialmente apparire, a causa della loro proprietà prettamente disintossicante e puricante. Alcune persone  possono sviluppare diarrea minimale, nausea o mal di stomaco: in questo caso il dosaggio dovrebbe essere ridotto e assumerne una metà. Come sempre, in caso di gravidanza, allattamento o altri stati interessanti, oppure se si hanno dubbi, è meglio consultare il proprio medico curante.

Come si trova in commercio?

L’alga klamath si può trovare sotto varie forme: la si può trovare sotto forma di barretta o in fiocchi, e in polvere oppure in pillole, ed infine anche in bevande ed integrarori. Esiste anche la Klamath arricchita con estratto di ficocianine, la parte dell’ alga più ricca di antiossidanti e molecole naturali, come la feniletilammina, che stimolano l’attività cerebrale. L’alga fresca, diluita appena raccolta nel succo di mela biologico concentrato, ha un sapore gradevole che piace anche ai bimbi.